Condividi questa pagina su:

altraSoluzione piace a:

Struttura Sito Web: l'albero del tuo successo

Stampa

Un corretta struttura ad albero del sito è fondamentale per l'esperienza utente!

Struttura ad albero Sito WebLa struttura del sito web è fondamentale per aiutare i tuoi visitatori a trovare le informazioni importanti per loro e anche per permettere a Google di dare un senso logico al tuo sito.

Troppe volte, nel mio lavoro, mi sono imbattuto in siti Web sui quali era impossibile, anche per una persona di media intelligenza e cultura come me, riuscire a trovare l'informazione ricercata senza dover ricorrere al motore di ricerca del sito (quando presente) o di Google.

Struttura sito casualeE non parlo soltanto dei siti della Pubblica Amministrazione in cui la gerarchia dei menu, a mio parere, viene creata tirando due dadi su un tavolo e se, per pura coincidenza, due voci del menu capitano vicine, in un'associazione quasi razionale, un supervisore le fa immediatamente spostare! Smile

Purtroppo il problema del menu irrazionale è spesso riscontrabile anche su siti di piccole dimensioni, che magari offrono soltanto un Blog o un piccolo e-Commerce.

Non c'è niente che allontani un visitatore da un sito più dell'impossibilità di trovare subito l'informazione che cerca e, soprattutto per questo motivo, bisogna porre una grande attenzione nella progettazione della struttura del sito, cercando di vestire i panni del visitatore e ponendosi la domanda «Se avessi bisogno di quest'informazione, dove la cercherei?».

La risposta corretta deve essere una sola: «Davanti ai tuoi occhi!».

Acquista su Amazon

Infatti, il miglior modo per far trovare un'informazione importante dal visitatore è di metterla davanti ai suoi occhi e ben in evidenza.
Parti sempre dal presupposto che gli utenti non leggono e non hanno nessuna voglia di navigare attraverso 10 menu e sottomenu, con voci incomprensibili (e spesso disposte in modo irrazionale) per raggiungere il loro obiettivo.

Vogliono l'informazione subito e senza fatica e, se non trovano un percorso chiaro per raggiungerla entro 3 secondi, abbandonano il tuo sito per andare a cercarla altrove!

Le voci irrinunciabili del menu

Nel menu di un sito commerciale che si rispetti, non devono mai mancare queste voci:

  • Home: termine inglese, ormai largamente adottato anche in Italia, che indica la pagina principale del sito (cioè la root, "/") , che non è necessariamente quella di approdo (anzi, non lo è quasi mai).
    Rappresenta un porto sicuro per il navigante, un luogo dove andare se ci si perde nella struttura del sito e non deve mai mancare, anche se negli ultimi anni molti utenti (ma non tutti) hanno imparato che, convenzionalmente (ma non obbligatoriamente), si arriva alla Home anche cliccando il logo.
  • Chi siamo/Chi sono/Azienda: una pagina in cui il visitatore può trovare informazioni sulle persone o società rappresentate dal sito. Questo è un buon posto dove mettere una sorta di "curriculum", una lista delle competenze e delle esperienze, utile per far comprendere al visitatore con chi ha a che fare.
    Nel menu di questo sito è assente ma, per motivi di layout, l'ho sostituita con un link all'interno della pagina delle domande frequenti (FAQ) che rimanda all'articolo di presentazione, il primo scritto nel mio Blog, nel lontano aprile 2016.
  • Prodotti e/o Servizi: cosa offre la tua azienda? Mettilo bene in evidenza in un'apposita pagina (ed eventuali sotto-pagine, nel caso di prodotti/servizi multipli).
  • Contatti: quanto è irritante voler contattare un'azienda e non trovare subito sul suo sito i recapiti telefonici e/o l'indirizzo email? Per me lo è tantissimo e sicuramente lo è anche per i tuoi visitatori!
    La pagina dei contatti deve essere sempre presente e facilmente raggiungibile!

Se ci pensi bene, per un normale sito commerciale, salvo eccezioni che vedremo in seguito, nel livello principale di un menu potrebbero apparire soltanto queste voci. Tutte le altre sono subordinate e possono essere "figlie" di queste 4 voci principali.

La struttura ad albero

La struttura ad albero garantisce una disposizione gerarchica delle pagine, dalla più generica alla più specifica.

Se si sta trattando di un sito e-Commerce, sarà molto efficace partire dalla voce del menu principale Prodotti, all'interno della quale troviamo le Categorie ed eventuali Sottocategorie per arrivare, infine, ai prodotti.

Mappa del sito

In questo modo, il visitatore non avrà dubbi su dove trovare il prodotto che sta cercando.
Se parliamo di un negozio di elettrodomestici e il visitatore vuole acquistare una lavastoviglie da incasso, istintivamente andrà su Prodotti > Grandi elettrodomestici > Per la cucina > Lavastoviglie da incasso.
Se, invece, vuole acquistare una Smart TV ad alta definizione per il salone, probabilmente sceglierà Prodotti > Smart TV > 4K.

In pratica la struttura del menu deve "guidare" il visitatore verso l'informazione che sta cercando, in modo naturale.

Un altro aiuto, valido sia per il visitatore che per Google, sono le breadcrumbs (briciole di pane), termine che fa esplicito riferimento alla popolare fiaba in cui Hansel lasciava una scia di briciole di pane lungo il suo cammino, per riuscire poi a ritrovare la strada per tornare indietro.

L'analogia è assolutamente azzeccata perché la sezione breadcrumbs in un sito rappresenta il "percorso" fatto attraverso i menu per raggiungere la posizione attuale all'interno della gerarchia.
Anche in cima a questa pagina puoi trovare le breadcrumbs, che puoi vedere evidenziate in rosso in questa immagine:

Breadcrumbs

In questo caso, il percorso è abbastanza breve perché dalla Home page (altraSoluzione) arriva a questo articolo passando soltanto per il menu Blog ma, su siti più complessi, con menu e sottomenu più estesi, le breadcrumbs permettono al visitatore di tornare a una sezione precedente senza dover per forza ricordarsi da dove sono passati.

Un esempio di breadcrumbs più complesse possiamo costruirlo sulla base dell'esempio della lavastoviglie di cui sopra. In quel caso le breadcrumbs conterrebbero Home ► Prodotti ► Grandi elettrodomestici ► Per la cucina ► Lavastoviglie da incasso ► Lavastoviglie marca XXXX modello YYYY e ogni passaggio, escluso l'ultimo (perché ci si trova già lì), sarebbe un link al ramo del menu corrispondente.

Situazioni diverse

In alcuni casi, quando il sito è molto semplice, con poche pagine che rappresentano efficacemente i pochi servizi o prodotti offerti oppure su landing page "mirate", il menu può essere altrettanto semplice o del tutto assente.
In deroga alle raccomandazioni sulla struttura ad albero, in questi particolari casi, può essere composto soltanto da due o tre voci oppure essere sostituito da pulsanti/link/immagini "call-to-action".

In questo caso il menu può ridursi a qualcosa del genere:

  • Home: la pagina principale con una mini-versione di "Chi siamo".
  • Prodotto o Servizio: pagina descrittiva dell'unico prodotto o servizio fornito.
  • Contatti: l'immancabile pagina Contatti, che dev'essere sempre a portata di mano.

Ovviamente, in un caso del genere, le breadcrumbs sarebbero poco utili e possono essere omesse.

Possono esiste anche casi in cui si vuole dare maggiore evidenza ai prodotti o servizi rispetto al marchio, per esempio quando il marchio è già molto noto e non necessita di altre presentazioni, se non in sezioni più nascoste del menu.

Se guardiamo la Home page del sito di Amazon, per esempio, notiamo che il menu è ridotto all'essenziale e presenta soltanto link alle offerte, ai buoni regalo, alla sezione dedicata a chi vuole vendere e all'area personale/carrello dell'acquirente.
Di Amazon si parla solo in fondo alla pagina, nel footer, con un invisibile link "About Amazon".

Ma Amazon è Amazon, non ha bisogno di "urlare" una presentazione in Home page. Puoi dire lo stesso della tua attività? Smile

Comunque, l'importante è non perdere mai di vista è l'obiettivo: consentire al visitatore d'identificare immediatamente il percorso corretto per raggiungere l'informazione desiderata.
In barba alla famosa quanto sopravvalutata "regola dei tre click", il numero di click che il visitatore deve fare per avere l'informazione che cerca è molto meno importante rispetto alla chiarezza e all'intuitività dei menu o dei pulsanti/link che deve cliccare per ottenerla.

Infatti, l'informazione può anche essere raggiungibile con un solo click, ma se il punto in cui cliccare è mimetizzato tra mille altri oggetti o se la scritta o l'immagine che lo identificano sono fuorvianti e poco intuitive, costringendo il visitatore a perdere mezz'ora prima di capire dove cliccare, probabilmente quello sarà un visitatore (e Cliente) perso!

Se vuoi chiedere ulteriori spiegazioni o se vuoi esprimere la tua opinione, non esitare a farlo lasciando un commento Facebook, oppure contattandomi in privato!

Grazie per avermi letto fin qui! Smile

E non dimenticare di mettere il tuo "Mi piace" qui sotto! Smile

Fabio Donna

OFFERTE Amazon di oggi
Selezione delle offerte più convenienti!
Vota l'articolo:
1 1 1 1 1 Media: 5.00
Condividi la pagina su:

Condividi questa pagina su:

Iscriviti alla Newsletter
per ricevere offerte e notizie via email!

Non hai trovato quello che cercavi? Prova la ricerca Google su altraSoluzione:

Condividi questa pagina su:

Commenti Facebook

N.B.: i commenti devono essere approvati prima della pubblicazione, quindi potrebbero non apparire subito.