Condividi questa pagina su:

altraSoluzione piace a:

Miglior e-Commerce: quale piattaforma utilizzare?

Stampa

Devi aprire un negozio online e fare commercio elettronico?
Scegli la strada più adatta ai tuoi scopi!

Miglior e-CommerceStai pensando di vendere on-line e non sai quale piattaforma utilizzare, qual è il miglior e-Commerce a cui affidare il tuo Business? Forse questa guida può aiutarti a prendere una decisione.

Partiamo dal fatto che, come quasi sempre in questo campo, non esiste una scelta "universalmente valida", non c'è un "migliore e-Commerce". Bisogna scegliere il giusto compromesso tra semplicità d'uso, potenzialità, costo, qualità del supporto, scalabilità, risorse hardware richieste.

Oggi il mercato offre l'imbarazzo della scelta della piattaforma su cui vendere on-line i tuoi beni e/o servizi, dagli e-Commerce "preconfezionati" a basso costo iniziale (in genere guadagnano sulle loro alte commissioni), passando per i tanti software e-Commerce gratuiti da far girare sul tuo sito, fino ad arrivare ai più potenti e costosi che s'interfacciano anche con il software ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzato nella tua azienda.

La prima cosa che puoi fare è leggere il mio articolo Aprire un Sito Internet conviene?, in particolare la sezione in cui si parla di e-Commerce per capire se "il gioco vale la candela".

SuperOfferte del giorno su Amazon

Se sei sicuro di voler intraprendere un'attività di vendita on-line allora dovrai cominciare a valutare i pro e i contro delle possibili scelte, analizzando anche l'eventuale esigenza di creare un sito che serva soltanto per vendere (e-Commerce "puro"), oppure uno che ti permetta anche di offrire altri contenuti, magari per "aiutare" la vendita dei prodotti/servizi (un blog, un forum, ecc...).

e-Commerce "puro" su piattaforme "preconfezionate"

Sicuramente non c'è bisogno che ti parli di Amazon ed e-Bay. Ma oltre a queste, cercando su Google puoi trovare tante altre piattaforme, più o meno costose e più o meno specializzate in un particolare settore, che permettono con pochi click e letteralmente in pochi minuti di aprire il tuo negozio on-line e cominciare a vendere subito, ammesso che ci siano acquirenti interessati ai tuoi prodotti, ovviamente. Smile

Queste sono un'ottima soluzione in questi casi:

  • Quando il tuo ricarico è abbastanza alto da permetterti di pagare le commissioni (spesso elevate) alla società che ospita il tuo e-Commerce.
  • Quando sai che quest'attività di vendita non durerà a lungo, per esempio nei casi in cui devi vendere soltanto numero limitato di prodotti fino a esaurimento scorte.
  • Quando hai fretta d'iniziare.
  • Quando operi in settori ad altissima concorrenza

In tutti gli altri casi ti conviene pensare a una soluzione di tua "proprietà".

e-Commerce "puro": i software "standalone" più diffusi

e-Commerce puroSe hai deciso che è meglio affidare la tua attività a un sito e-Commerce di tua proprietà si apre una ulteriore vasta gamma di scelte possibili.

Sono tanti i software disponibili e ce ne sono per tutte le tasche, anche gratuiti.

Tra questi ultimi i due più diffusi sono:

  • PrestaShop: ottima scelta per e-Commerce di piccole-medie dimensioni. Il "core" è gratuito mentre sono a pagamento eventuali plugin per implementare altre funzioni oltre a quelle disponibili nella vesione "base". È ben supportato da una community molto disponibile. È molto semplice da installare e da utilizzare. Non richiede grosse performance dal punto di vista del server. I temi disponibili gratuitamente non sono molti, ma quello di default non è male e comunque è possibile acquistarne altri.
  • Magento, il "gigante": anche in questo caso il "core" è scaricabile gratuitamente ma è più difficile da configurare e utilizzare (quindi sicuramente dovrai spendere qualcosa per la configurazione e un'eventuale personalizzazione) e richiede risorse hardware non comuni (non pensare di utilizzarlo su un hosting da 30€/anno!). È però in grado di gestire e-Commerce di grandi dimensioni e ha un'infinità di funzioni per ogni esigenza.

e-Commerce all'interno di un sito: i componenti più diffusi

e-Commerce integratoNel caso in cui tu voglia integrare l'e-Commerce in un sito web sviluppato, per esempio, in Joomla o in Wordpress, allora puoi affidarti alle tante estensioni e-Commerce disponibili per questi CMS:

Questo tipo di soluzione è consigliabile soltanto per e-Commerce di piccole/medie dimensioni. Invece, nel caso in cui il progetto sia più ambizioso, è meglio affidarsi a software dedicati e a uno o più sviluppatori che li integrino nel sito già esistente.

  • Su Joomla esiste un'infinità di scelte ma tra tutti quelli che ho provato, l'e-Commerce gratuito più famoso e probabilmente il più "antico" è sicuramente Virtuemart. Personalmente, nonostante la sua larga diffusione e la sua facile gestione, lo trovo un po' troppo "casereccio" e poco adatto alle situazioni in cui si richieda un minimo di professionalità da parte del supporto che "sembra" fornito poche persone, tra l'altro neanche troppo gentili.
    Però questa è soltanto la mia opinione e spero che altre persone abbiano avuto esperienze migliori.
  • j2Store: va benone per piccolissimi e-Shop. Semplice e con un buon supporto. Le funzioni base sono gratuite.
  • HikaShop: sebbene il suo sviluppo sia un po' lento e nonostante alcuni difetti di cui parlerò tra poco, è il mio preferito perché ha quasi tutte le funzioni importanti, il supporto è velocissimo e dotato di una buona dose di gentilezza (che non guasta) e tutto il software è strutturato in modo molto razionale, secondo il mio punto di vista.
    La personalizzazione richiede un po' di competenze di programmazione e anche la sua ultima versione (3.0) è un po' carente nell'aspetto responsive e necessita di "aggiustamenti".
    Un altro grosso difetto, a mio parere, è la mancanza di una gestione multilingua "incorporata" anche nella versione a pagamento. Infatti, per avere lingue diverse, è necessario installare un altro componente (Falang) che nella sua versione gratuita inserisce un backlink al sito del produttore (non molto professionale da mostrare ai visitatori del tuo e-Commerce) e la versione a pagamento costa praticamente quanto HikaShop.
    Ma, nonostante questi difetti, sicuramente è il prodotto che io mi sento di consigliare.
  • Su Wordpress: sicuramente il più "gettonato" è Woo-Commerce.
    Gratuito, interfaccia semplicissima, potenzialità medie. Un ottimo prodotto per iniziare ma con tutti i limiti dei software della sua "classe": scarsa scalabilità e non adatto a grandi e-Commerce.

Conclusioni

Per scegliere la giusta strada il primo passo da fare è sempre quello di valutare con attenzione i propri obiettivi e il "budget", sia dal punto di vista economico che per quanto riguarda il tempo e le competenze che s'intendono dedicare alla propria attività.

Non sono decisioni semplici da prendere ma con un minimo di consapevolezza e magari con l'aiuto di un professionista del settore, puoi sicuramente trovare il giusto compromesso tra i tanti aspetti positivi e negativi che ciascuna scelta comporta.

Sicuramente questo articolo non esaurisce l'argomento e-Commerce né era mia intenzione farlo. Volevo soltanto offrire un punto di partenza per iniziare a orientarsi tra le possibili scelte e spero di esserti stato utile.

Grazie per avermi letto fin qui.

Fabio Donna

Amazon Prime Video
SuperOfferte del giorno su Amazon

Se ti è piaciuto questo articolo, non dimenticare di mettere il tuo "Mi piace" , di votarlo e di condividerlo. Grazie! Smile

Per non perdere le novità, le offerte e nuovi articoli del Blog di altraSoluzione iscriviti alla Newsletter!

Se hai delle domande o se vuoi esprimere un'opinione, contattami oppure lascia un commento Facebook!

Condividi questo articolo su:

Valutazione media: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva