Condividi questa pagina su:

altraSoluzione piace a:

Come installare le telecamere di videosorveglianza wireless

Stampa

Piccoli trucchi e consigli sull'installazione delle telecamere di videosorveglianza WiFi...senza troppe sorprese! Smile

Installare telecamere videosorveglianza wirelessHai acquistato un KIT di Videosorveglianza WiFi, vuoi installare da solo le telecamere ma non hai idea di dove collocarle e come orientarle? Prima di forare tutte le pareti di casa è importante conoscere alcune informazioni e fare delle prove, per evitare di lavorare il triplo!

Premesso che non sono un installatore esperto, con l'installazione del mio KIT di Videosorveglianza WiFi A-ZONE acquistato su Amazon qualche settimana fa e grazie ai consigli di un mio carissimo amico, installatore Professionista molto in gamba, ho maturato una "certa esperienza" che ho pensato di mettere a disposizione dei miei lettori.

In realtà questa non è una vera e propria guida all'installazione, non ti spiegherò come si usa un trapano o come si montano le telecamere e i cavi, né come configurare la tua videosorveglianza WiFi (non voglio rubare il mestiere a nessuno Smile), però ti fornirò dei piccoli consigli "universali", che si applicano a qualsiasi KIT di telecamere wireless.

Ricorda che, quando si ha a che fare con gli impianti elettrici, si rischia la vita!
Gli impianti devono essere a norma di Legge e realizzati da personale qualificato. Non fare questo tipo di lavori se non hai le competenze necessarie e se non conosci le norme vigenti!

 

SuperOfferte del giorno su Amazon

Prima dell'acquisto: pianificazione

Il primo consiglio che vorrei darti è NON IMPROVVISARE!
Pianifica accuratamente la collocazione di ogni telecamera, ancor prima di acquistare il KIT delle videocamere!
Sì perché, in fase di progettazione, potresti accorgerti che non ti bastano quattro telecamere e che, forse, te ne servono di più per coprire tutte le zone "a rischio", interne ed esterne.
Inoltre potresti renderti conto che l'angolo di visuale delle telecamere del KIT che avevi pensato di acquistare è troppo stretto, oppure che ti serve una telecamera motorizzata o, ancora, che devi risolvere anche dei problemi di portata del WiFi.

Come puoi fare una progettazione "sulla carta"?

Pianta casaÈ semplice: procurati una pianta in scala della casa o disegnala tu, anche in modo approssimativo, purché le proporzioni siano rispettate. Cioè, se stabilisci che un metro reale corrisponde a due centimetri sulla carta (scala 1:50), un muro lungo 5 metri sarà lungo 10 centimetri sulla pianta.

Se vuoi, puoi anche utilizzare un software di disegno 3D per l'architettura facile e gratuito: Sweet Home 3D.

Una volta che hai davanti la pianta, devi calcolare il numero e il tipo di telecamere necessarie tenendo presente questi fattori:

  • L'angolo di visualizzazione delle telecamere è importante! Se, per esempio, le telecamere che intendi acquistare hanno un angolo di visualizzazione di 170°, sovrapponendo al disegno un triangolo (anche di carta in modo da poterlo muovere) in cui uno degli angoli interni sia di 170°, potrai prevedere quali zone riusciranno a coprire le telecamere.
  • Nei limiti del possibile, per evitare manomissioni, una telecamera dovrà sempre essere inquadrata almeno da un'altra telecamera distante qualche metro.
  • Gli ostacoli (come i muri, specialmente quelli in cemento armato) riducono sensibilmente la portata della WiFi. Tienine conto quando dovrai scegliere marca e modello delle telecamere perché rischi di perdere spesso il segnale. Eventualmente puoi aggiungere una o più antenne ad alto guadagno oppure dei ripetitori. Nota: alcune telecamere, come quelle incluse in questo KIT, incorporano già un sistema "repeater" che gli permette di "palleggiare" il segnale WiFi tra loro e farlo arrivare fino al videoregistratore facendolo "rimbalzare" da una telecamera alla successiva, dalla più lontana alla più vicina.
  • L'illuminazione ambientale dev'essere sufficiente. Nel caso in cui dovrai utilizzare gli infrarossi delle telecamere, assicurati che la loro portata basti a illuminare le zone da proteggere.
    Inoltre, accertati che durante la notte non ci siano luci accese puntate verso la telecamera (controluce) e che potrebbero "accecarla", costringendola a ridurre la luminosità globale dell'immagine, con la conseguenza che le aree da proteggere sarebbero troppo scure per essere visibili.
  • A meno che tu non acquisti le recenti, costose telecamere a energia solare, dovrai far arrivare a ogni "postazione" almeno il cavo di alimentazione.
    Se questo generalmente non è un grosso problema negli interni, all'esterno può essere una complicazione.
    Assicurati quindi che sia disponibile una presa (stagna, se esterna) nelle immediate vicinanze della telecamera o che sia possibile farle arrivare un cavo che porti vicino a una presa adatta all'alimentatore.
  • Esistono delle Leggi molto severe per la protezione della Privacy quindi, prima di acquistare un impianto di videosorveglianza, informati sugli aspetti legali relativi a questo metodo di protezione.
  • In caso d'installazione all'esterno, devi acquistare telecamere appositamente progettate, impermeabili. Però devi sapere anche che, se queste telecamere sono a tenuta stagna, purtroppo i connettori e gli alimentatori non lo sono e dovrai proteggerli all'interno di scatole apposite.

Dopo l'acquisto: prima di "bucare" fai delle prove!

Se hai fatto una buona pianificazione, non dovresti avere problemi ma, anche se questa può sembrare una raccomandazione superflua, prima di fare buchi su tutti i muri per montare le telecamere, fai dei test "a tavolino".

Disponi tutto l'impianto su un tavolo, accendilo, configuralo e verifica che tutto funzioni regolarmente, magari anche per qualche giorno, prima d'iniziare l'installazione vera e propria.

Se c'è un problema di funzionamento è meglio scoprirlo prima di aver montato tutto, arrampicandosi ad alcuni metri d'altezza! Smile
Inoltre, questa fase ti permetterà di prendere confidenza con le apparecchiature e con i software, così quando passerai all'installazione vera e propria ti muoverai con sicurezza tra i menù del programma di videosorveglianza.

Trascorso qualche giorno senza malfunzionamenti, puoi iniziare a collocare le telecamere nelle loro rispettive destinazioni ma non fare subito i fori!

Con un aiutante, o anche da solo utilizzando uno Smartphone per la visualizzazione, controlla che la telecamera inquadri correttamente l'area da proteggere e che non ci siano ostacoli per il montaggio.

Per esempio, alcune telecamere hanno il difetto che, in alcune posizioni, l'antenna urta contro il supporto (o il soffitto), oppure può capitare che in una particolare posizione, sia difficile (o impossibile) stringere le viti di bloccaggio perché ci sono degli impedimenti all'inserimento degli attrezzi necessari, oppure possono esserci nelle vicinanze degli ostacoli o delle superfici riflettenti che renderebbero l'illuminazione a infrarossi inefficace.

Anche in questa fase, sarà utile scoprire eventuali problemi prima forare le mura domestiche come tante groviere! Smile

SMA AntennaUn piccolo "trucco": se l'antenna dovesse urtare contro il supporto e se la telecamera è abbastanza vicina al NVR e montata in interno (cioè non esposta alle intemperie), puoi sostituire l'antenna con un semplice spezzone di cavo elettrico lungo circa 6 cm, spellato da un solo lato e inserito con delicatezza e attenzione, nel foro centrale del connettore SMA femmina sulla telecamera, badando a non metterlo in corto con l'impanatura e a non forzare per non rovinare il connettore. Clicca qui per vedere un esempio dell'inserimento nel connettore.
Quel pezzetto di cavo, che potrai fissare alla telecamera anche un semplice nastro adesivo o con una fascetta da elettricista, farà da antenna, sicuramente meno efficiente dell'originale ma abbastanza buona da comunicare bene con un NVR non troppo distante ed essendo flessibile, potrai posizionarlo come vorrai.

Si comincia! L'installazione vera e propria

Anzitutto assicurati di avere a portata di mano tutti gli attrezzi necessari quali, per esempio:

  • Trapano
  • Punta da muro della misura adatta ai tasselli
  • I tasselli e le viti
  • Avvitatore elettrico o cacciavite
  • Eventuali altri attrezzi necessari per il montaggio e l'orientamento del supporto della telecamera (brugole, cacciaviti, ecc...)
  • Eventuali dime (maschere) per la foratura in carta o cartoncino fornite in dotazione o create da te.
    Le dime sono importanti perché, quando sei su una scala a qualche metro d'altezza, può essere scomodo tenere in mano la telecamera per segnare i punti di foratura, col rischio che ti cada. Molto più pratico un pezzo di carta che ti sarà fornito o che potrai creare da solo seduto comodamente.
  • Matita o penna o pennarello per segnare il muro in corrispondenza dei fori

Predisponi tutti i cablaggi, le prese per le alimentazioni e le eventuali scatole stagne per gli alimentatori.

Con la dima e la matita segna i punti del muro in cui dovrai praticare i fori per il supporto della telecamera. Poi prendi il trapano, fai i buchi e inserisci i tasselli.

Ora prendi la telecamera col suo supporto e avvitala a muro. Prima inserisci tutte le viti avvitando un po' ma senza stringere, così mantieni un po' di mobilità che ti aiuta nell'allineamento con i fori. Alla fine stringi tutte le viti.

Collega l'alimentazione che hai già predisposto. La telecamera dovrebbe accendersi e automaticamente creare il collegamento WiFi (che hai già configurato e collaudato in precedenza, giusto? Smile) con il videoregistratore NVR.

Con l'aiuto di un'altra persona o tramite la App sullo Smartphone, orienta correttamente la telecamera e fissala.

Procedi con le altre telecamere e alla fine goditi la tua videosorveglianza! Smile

Se vuoi chiedere ulteriori spiegazioni, non esitare a farlo lasciando un commento Facebook, oppure contattandomi in privato!

Grazie per avermi letto fin qui! Smile

E non dimenticare di mettere il tuo "Mi piace" qui sotto! Smile

Fabio Donna

SuperOfferte del giorno su Amazon

Se ti è piaciuto questo articolo, non dimenticare di mettere il tuo "Mi piace" , di votarlo e di condividerlo. Grazie! Smile

Per non perdere le novità, le offerte e nuovi articoli del Blog di altraSoluzione iscriviti alla Newsletter!

Se hai delle domande o se vuoi esprimere un'opinione, contattami oppure lascia un commento Facebook!

Condividi questo articolo su:

Valutazione media: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva