Condividi questa pagina su:

Qual è il miglior browser per PC?

Stampa
SuperOfferte del giorno su Amazon

Miglior browserQual è il browser migliore da utilizzare per navigare su Internet?

La risposta (ammesso che ce ne sia una e una sola) è in questo articolo!

I browser per Windows più diffusi oggi sono cinque ma concentrerò la mia analisi soprattutto sui primi tre, perché Opera è molto meno diffuso rispetto agli altri ed è comunque basato su motore Chrome mentre Safari, anche se era abbastanza diffuso fino a qualche tempo fa, non è più supportato nella sua versione per Windows:

Cominciamo col domandarci: «Cosa vuol dire miglior browser?» Cioè, quali sono i fattori che rendono un browser migliore di un altro?

A mio parere le caratteristiche essenziali di un browser sono:

Sicurezza

I malintenzionati sono sempre al lavoro e trovano sempre nuovi metodi per nuocere al mondo. Internet, se da un lato ha rivoluzionato in senso positivo le nostre vite e aumentato enormemente la facilità d'accesso alle informazioni, dall'altro ha aperto nuove porte ai farabutti che sfruttano ogni possibile falla per sottrarre denaro o informazioni al prossimo o anche solo per "dare fastidio", per il gusto di farlo.

Ecco perché un browser deve poter garantire un minimo di sicurezza, bloccando i codici "maligni" e lasciando passare ciò che è innocuo.

In questo senso, il browser peggiore è probabilmente Internet Explorer, più volte additato come causa di attacchi cibernetici per le sue numerose falle nella sicurezza, molte delle quali dovute al fatto che IE è profondamente radicato nel Sistema Operativo (Windows) ed è quindi un facile accesso per chi vuole creare danni.

Il suo ultimo successore, Edge, sembra non essere da meno. Un po' a causa dei difetti ereditati da IE, un po' per la sua giovane età, è ancora tra i browser meno raccomandabili sotto l'aspetto della sicurezza.

Sembra che Chrome, in questo momento, sia la migliore scelta per la sicurezza (insieme a Opera e Safari, entrambi basati sullo stesso "motore" di Chrome).

Questo ovviamente è vero se ti fidi di Google (il Grande Fratello di Internet) e se sei ragionevolmente sicuro che non approfitti del suo browser per "spiarti" più di quanto già faccia. Certo, questo può valere per tutti, ma non dimentichiamo che Google basa quasi interamente il suo business sulle informazioni personali, raccolte con metodi sicuramente legali, ma non sempre corretti, secondo il "comune senso del pudore".

Firefox invece è un po' più indietro ma è pur sempre un ottimo browser, frequentemente aggiornato e soprattutto è completamente Open Source. Questo vuol dire che chiunque può leggere il suo codice per assicurarsi che non ci siano nascoste parti di programma che "spiano" gli utilizzatori.

Quindi, se più della sicurezza ti preme la riservatezza, forse Firefox è la scelta migliore.

Velocità

Quando si parla di velocità, cercando su Internet informazioni sui vari browser, è praticamente impossibile non imbattersi in "guerre di religione" tra utilizzatori, ciascuno con le sue opinioni e ciascuno con le sue personali statistiche.

Malgrado la sua "ingordigia" di memoria RAM, io mi trovo bene con Chrome, che utilizzo soprattutto per fare sviluppo, non solo per la sua velocità, ma anche per i tanti tool di debugging disponibili che, a mio parere, sono più pratici e veloci di quelli disponibili su Firefox.

Firefox, invece, lo uso per le normali attività (Social, acquisti, ricerche, ecc...), perché mi fido molto più di Firefox quando si parla di Privacy.

Anche in questa gara i browser di casa Microsoft (IE ed Edge) escono perdenti, essendo sicuramente i più lenti.

Compatibilità

Chi sviluppa Siti Web, come me avrà imprecato in tutte le lingue per le notevoli differenze d'interpretazione dei codici e i tanti bug presenti su tutti i browser e su tutte le piattaforme.

Quello che funziona su Chrome non funziona su Firefox e viceversa, poi arriva Microsoft che s'inventa comandi tutti suoi e solo suoi e, come se non bastasse, ogni singola versione dello stesso browser interpreta il codice in modo differente dalle altre.

Insomma, creare una pagina web è un vero e proprio massacro se si desidera che sia visibile decentemente su tutti i browser.

Tutto questo perché le varie case software non si sono mai messe d'accordo su uno standard e ciascuna s'inventa ogni volta l'acqua calda nel tentativo di apparire "migliore" rispetto alle altre.

Quindi il discorso della compatibilità non vale per gli sviluppatori che devono obbligatoriamente assicurarsi che i siti che sviluppano si vedano bene su tutti i browser, o almeno su tutti quelli più diffusi.

L'utente "normale" però può trarre giovamento dalla scelta di un browser che sia soggetto meno di altri a "buchi" d'interpretazione dei codici e che gli permetta di vedere bene tutte le pagine che visita.

Nella mia personale esperienza quello che, secondo me, ha i peggiori difetti in questo senso è sicuramente Safari per Mac che sembra che faccia di tutto per non mostrare correttamente i siti web.

Seguono a ruota, una volta tanto secondi nella classifica dei peggiori, Internet Explorer ed Edge di casa Microsoft mentre, a mio parere, Firefox è il browser più adatto a un utilizzo "normale", battendo di poco Chrome.

Disponibilità di plugin

A volte il browser da solo non basta a soddisfare le nostre esigenze e per funzioni particolari si rende necessaria l'installazione di programmi aggiuntivi (plugin) che modificano il comportamento delle funzioni già presenti, oppure ne implementano di nuove (per es. Flash Player, downloader vari, ecc...).

La libreria di plugin più estesa la possiede sicuramente Firefox ma, come sappiamo bene, non sempre la quantità si accompagna alla qualità.

Infatti, non è raro trovare plugin per Firefox difettosi o, peggio, dannosi. Questo accade perché la disponibilità del codice sorgente e la larga diffusione di questo browser invogliano molti programmatori (competenti e incompetenti, onesti e disonesti) a sviluppare plugin per Firefox.

Dal punto di vista della qualità, probabilmente, i plugin per Chrome vincono questo match.

Funzioni di debugging (per gli sviluppatori)

A mio parere, sotto questo aspetto e in questo momento, Google Chrome vince a mani basse.

Non solo il suo "inspector" è di gran lunga più veloce e flessibile di quello di Firefox, ma esiste una moltitudine di plugin dedicati allo sviluppo e al SEO decisamente più ampia (e aggiornata) rispetto alla disponibilità per Firefox.

La lentezza dell'inspector di Firefox negli ultimi anni è diventata intollerabile, tanto da renderlo praticamente inutilizzabile per lo sviluppo, sempre secondo la mia modesta opinione ovviamente.

Internet Explorer ed Edge secondo me non entrano neanche in gara e per quanto mi riguarda, li utilizzo soltanto quando devo fare debugging proprio per questi browser.

Conclusioni

Per chiudere inserisco un breve riepilogo di quelli che, secondo me, sono i browser migliori sotto gli aspetti analizzati:

Sicuramente avrai notato il "grande assente" di Microsoft in questa classifica! A te la scelta! Smile

Fabio Donna

SuperOfferte del giorno su Amazon

Se ti è piaciuto questo articolo, non dimenticare di mettere il tuo "Mi piace" e di condividerlo. Grazie! Smile

Se hai delle domande o se vuoi esprimere un'opinione puoi anche lasciare un commento Facebook.

Per non perdere le novità, le offerte e nuovi articoli del Blog di altraSoluzione iscriviti alla Newsletter!

Condividi questo articolo su:

Valutazione media dell'articolo: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Commenti Facebook

N.B.: i commenti devono essere approvati prima della pubblicazione, quindi potrebbero non apparire subito.