Condividi questa pagina su:

altraSoluzione piace a:

Installare WordPress o Joomla in locale

Stampa

Un'installazione locale di Joomla o WordPress è molto più semplice di quanto tu possa pensare.

WordPress e Joomla in localeInstallare WordPress o Joomla in locale sul tuo PC è il metodo migliore per sviluppare e collaudare siti Web, senza bisogno di utilizzare un server esterno. Può servire anche per fare pratica con questi due ottimi CMS. Vediamo insieme come si può fare.

Joomla e WordPress per girare hanno bisogno, come minimo, di un Web server, del linguaggio PHP e di un database MySQL. Opzionalmente possono utilizzare anche un server FTP per l'upload e il download dei file e un server di posta per la ricezione e l'invio delle email.

SuperOfferte del giorno su Amazon

Tutti questi servizi sono offerti da qualsiasi Hosting, gratuito o a pagamento che sia ma è sicuramente molto utile la possibilità di averli sul proprio PC, di installarli in locale, in modo da poterli utilizzare senza affidarsi a fornitori esterni, almeno per fare sviluppo e test, anche in assenza di connessione a Internet.

Teoricamente potresti anche avere un sito "vero" (visibile su Internet) che gira sul tuo computer ma per vari motivi (velocità della connessione Internet, consumi elettrici, backup, sicurezza, ecc...), in genere si preferisce affidare questo compito a fornitori esterni, tantopiù che ormai i costi di questi servizi sono veramente irrisori.

L'articolo è un po' lungo quindi, per tua comodità, inserisco un indice delle sezioni:

I Servizi

Parlando di software gratuiti, la scelta più diffusa cade su Apache, PHP e MySQL (MariaDB) che puoi installare e configurare individualmente oppure affidarti a uno dei tanti "pacchetti" gratuiti reperibili su Web come, per esempio XAMPP, che è quello che utilizzerò per gli esempi in questo articolo.

XAMPP è una "raccolta" di tutto quello che serve per mettere in piedi un Web Server perfettamente funzionante e include, oltre ad Apache, PHP e MariaDB (MySQL) anche un server FTP, il linguaggio Perl, un Mail Server (MercuryMail), un server Tomcat per Java.

È disponibile per Windows, Linux e MacOS e, anche se negli esempi farò riferimento alla versione per Windows, tutti i concetti si applicano anche alle altre versioni.

Nota: gli esempi in questo articolo sono anche in inglese. Se hai poca confidenza con questa lingua non preoccuparti perché, con questa guida, riuscirai comunque a completare l'installazione.

L'installazione di XAMPP

Il primo passo è installare XAMPP ed è possibile farlo sia col pacchetto autoinstallante che come versione "portable".
In questo articolo illustrerò l'utilizzo della versione autoinstallante che è molto più semplice da spiegare.

Scarica la versione più recente di XAMPP da qui. Per la versione Windows dovrai cliccare, ovviamente, sul pulsante XAMPP per Windows:

Scarica XAMPP

A seconda del browser che utilizzerai, questa schermata potrebbe apparire diversa ma, in ogni caso, quello che devi fare è salvare il file d'installazione ed eseguirlo:

Salva XAMPP

Appena lanciato l'eseguibile, in alcuni casi, potrebbe apparire un messaggio che ti avvisa che è stata rilevata la presenza di un antivirus e che questo potrebbe rallentare o interferire con l'installazione. Scegli tu se disabilitare l'antivirus durante l'installazione o se lasciarlo attivo. Io mi fido di XAMPP e lo disattivo però la scelta e la responsabilità in merito sono esclusivamente tue! Smile

In ogni caso, l'unico modo di continuare l'installazione è premere "Yes":

Messaggio Antivirus

Inizia l'installazione e l'unica cosa da fare è premere Next:

Installazione 1

La schermata successiva ci chiederà quali componenti di XAMPP desideriamo installare. Lascia tutto selezionato e premi Next:

Installazione 2

Ora ci viene chiesto il percorso dove desideriamo che XAMPP sia installato. Se hai un disco dati D: puoi decidere di mettere tutti i file su D:\xampp ma, per motivi che non perdo tempo a spiegare, ti consiglio di lasciare il percorso \xampp, sia che tu decida di installarlo su C: che su un altro disco. Scegli il percorso o lascialo così com'è (C:\xampp) e premi Next:

Installazione 3

Nella schermata successiva, disabilita l'opzione Learn more about Bitnami for XAMPP e premi Next:

Installazione 4 - Bitnami

Siamo pronti! Finalmente possiamo far partire l'installazione vera e propria premendo Next:

Installazione 5

Aspettiamo qualche istante che l'installazione sia completata. Questa fase potrebbe richiedere qualche minuto:

Installazione 6

Al termine dell'installazione di XAMPP ci viene chiesto se desideriamo eseguire il suo Pannello di controllo. Lasciamo attiva l'opzione e premiamo Finish

Installazione 7

Scelta della linguaTanto per non farci mancare nulla ci viene chiesto di scegliere la lingua. Le opzioni sono soltanto due: inglese e tedesco. Tu fai come vuoi ma io scelgo l'inglese e premo Save! Smile

Il Pannello di controllo di XAMPP

Arriviamo finalmente al Pannello di controllo che ci permette di far partire e fermare i singoli servizi, di configurarli e di vedere i log in modo molto comodo, attraverso quest'unica interfaccia:

Pannello di controllo

Abbiamo a disposizione parecchi controlli. Vediamoli nel dettaglio, colonna per colonna:

  • Service: permette d'installare i singoli moduli come servizi di Windows, in modo da avviarli automaticamente all'accensione
  • Module: nome del modulo
  • PID(s): ID del processo quando il modulo è attivo
  • Port(s): porte utilizzate dal modulo
  • Actions: le azioni sul modulo, cioè Start (avvia il modulo), Admin (amministrazione del modulo), Config (configurazione del modulo) e Logs (accesso ai log per controllare errori e messaggi)

Sull'estrema destra trovi dei pulsanti che avviano alcune utilità mentre in basso c'è il log di XAMPP.

Per raggiungere il nostro scopo, cioè per installare WordPress o Joomla in locale, abbiamo bisogno di due moduli: Apache e MySQL (MariaDB). Quindi clicchiamo su Start sia per Apache che per MySQL:

Avvio di Apache e MySQL

Se l'installazione è stata eseguita correttamente, pochi istanti dopo aver premuto Start per questi due moduli, vedrai apparire nelle colonne PID(s) e Port(s) i numeri relativi.

I PID(s) saranno diversi ogni volta ma le porte utilizzate dovrebbero essere 80 (http) e 443 (https) per Apache e 3306 per MySQL.

A questo punto dovresti già essere in grado di accedere alla pagina Web di benvenuto sul tuo computer aprendo, nel browser, il link http://localhost o cliccando sul pulsante Admin nella riga relativa al modulo Apache, segno che il tuo Web Server funziona correttamente:

Pagina di benvenuto

La cartella principale del tuo Web Server sarà C:\xampp\htdocs. Questo vuol dire che se crei un sito nella cartella C:\xampp\htdocs\miositoweb questo sarà accessibile nel browser con http://localhost/miositoweb.

Invece, cliccando sul pulsante Admin nella riga di MySQL dovresti riuscire a visualizzare la pagina di amministrazione di MySQL (phpMyAdmin) raggiungibile all'indirizzo http://localhost/phpmyadmin/ visibile in questa immagine:

Interfaccia phpMyAdmin

Configurazioni

La prima cosa che devi fare è creare un utente MySQL con i giusti permessi che utilizzerai per far girare WordPress o Joomla.

In phpMyAdmin, clicca su User accounts e poi su Add user account:

Creazione utente MySQL 1

A questo punto inserisci un nome utente nel campo User name, seleziona "Local" nel campo Host name, una password nei campi Password e Retype e, infine, attiva tutti i permessi ("Check all") nel campo Global privileges:

Creazione utente MySQL 2

Nel mio esempio ho inserito nomeutente e password come credenziali e utilizzerò queste per tutti gli esempi seguenti.
Tu, ovviamente, puoi scegliere utente e password come preferisci.

Utente aggiuntoUna volta compilati tutti i campi nel modo indicato puoi premere il tasto Go in basso a destra e sarai confortato dal rassicurante messaggio You have added a new user., segno che l'operazione è andata a buon fine.

Pulsante GO

Il motivo per cui abbiamo creato un nuovo utente è che le installazioni di WordPress e Joomla richiedono l'inserimento di un utente e una password per l'accesso al database ma XAMPP, appena installato, crea un unico utente "root" senza password.
Avremmo potuto semplicemente aggiungere una password all'utente "root" ma poi avremmo dovuto configurare phpMyAdmin per accedere a MySQL con la password. Insomma, le cose si sarebbero complicate e questo articolo, già lungo, si sarebbe allungato ulteriormente.
Ecco perché, essendo un'installazione locale e non essendoci quindi grossi problemi di sicurezza, ho preferito scavalcare il problema aggiungendo un nuovo utente con gli stessi poteri di "root".

È chiaro che, se il Server installato sul tuo computer dovrà essere accessibile dall'esterno, sarà opportuno configurare le protezioni in modo più serio ma questo argomento non è trattato in questo articolo.

Ora dobbiamo creare il database che conterrà i dati del tuo sito WordPress o Joomla e lo facciamo tramite phpMyAdmin.

Nella colonna di sinistra, clicca sulla voce New:

Nuovo database 1

Ora inserisci il nome del database, per es. wordpress, joomla, miositoweb o qualsiasi altro nome tu preferisca e premi Create:

Nuovo database 2

Il tuo database è creato e pronto all'uso:

Nuovo database 3

Per saltare il paragrafo Installazione di WordPress e andare direttamente al paragrafo Installazione di Joomla clicca qui.

Installazione di WordPress

Per installare WordPress dovrai, prima di tutto, scaricare il file zip del pacchetto dal sito di WordPress e, una volta scaricato, estrarlo direttamente nel percorso di destinazione, cioè C:\xampp\htdocs.

Estrai WordPress 1
Estrai WordPress 2

Sarà creata una cartella di nome wordpress nel percorso C:\xampp\htdocs:

Cartella WordPress

Se vuoi rinominare la cartella questo è il momento giusto perché farlo dopo l'installazione sarebbe complicato.
Puoi cambiare il nome della cartella wordpress a tuo piacimento. L'importante è che il nome non contenga spazi né caratteri speciali né lettere accentate.

Ora non devi far altro che aprire il browser e andare all'URL http://localhost/wordpress e seguire le istruzioni:

Installazione WordPress 1

Premi Iniziamo! e vai alla successiva schermata in cui, se hai seguito tutte le mie istruzioni precedenti, devi inserire soltanto nomeutente nel campo Nome utente e password nel campo Password.
N.B.: queste sono le credenziali per l'accesso al database che abbiamo scelto quando abbiamo creato l'utente MySQL e, ovviamente, se le hai impostate diversamente dal mio esempio dovrai inserire quelle scelte da te.

Il campo Prefisso tabella viene compilato automaticamente con wp_. Se vuoi puoi modificarlo ma ricordati di lasciare sempre l'underscore (trattino basso) "_" alla fine.

Installazione WordPress 2

Se hai fatto tutto correttamente, cliccando su Invio, apparirà questa pagina di conferma sulla quale dovrai soltanto cliccare su Avvia l'installazione:

Installazione WordPress 3

Pensavi di aver finito? Invece no! Smile
WordPress ci presenta un'ulteriore richiesta d'informazioni che dobbiamo compilare per poter procedere all'installazione. In particolare dobbiamo inserire:

  • Nome del sito web nel campo Titolo sito. Puoi scegliere il nome che preferisci e che apparirà nell'intestazione del tuo sito.
  • Nome utente dell'amministratore nel campo Nome utente. Da non confondere con l'utente del database inserito precedentemente, questo è il nome dell'utente che sarà in grado di inserire e modificare i contenuti del sito tramite l'apposita interfaccia.
    Anche in questo caso puoi scegliere il nome che preferisci, per esempio amministratore.
  • Password per l'utente appena inserito. Se la passsword scelta sarà troppo semplice da indovinare WordPress ti avviserà col messaggio Debole o Molto debole. In questo caso potrai scegliere una password più complessa o forzare l'utilizzo della password debole selezionando Conferma l'uso della password debole nel campo Conferma password sottostante.
  • L'indirizzo e-mail dell'utente appena inserito.
  • Infine, se vuoi, puoi selezionare l'opzione Scoraggia i motori di ricerca ad effettuare l'indicizzazione di questo sito nel campo Visibilità ai motori di ricerca.
    Questa opzione è trascurabile nella maggior parte dei casi ma se il tuo sito non fosse locale e fosse accessibile da Internet, con questa opzione potresti istruire i motori di ricerca a non indicizzare il tuo sito.
    Non sto a spiegarti i motivi per cui, in controtendenza con la maggior parte dei siti Web, si potrebbe desiderare di essere ignorati dai motori di ricerca. Sappi solo che in alcuni casi è consigliabile.
Installazione WordPress 4

Una volta inseriti tutti i dati puoi cliccare su Installa WordPress per raggiungere l'agognata conferma dell'avvenuta installazione dove potrai soltanto cliccare su Login:

Installazione WordPress 5

Arriverai alla pagine del Login dove nella quale potrai inserire le credenziali create nei passaggi precedenti e accedere all'interfaccia di amministrazione o puntare direttamente alla Home Page (http://localhost/wordpress) del sito cliccando su Torna al Sito Web in Wordpress:

Installazione WordPress 6

Ecco il risultato finale:

Installazione WordPress 7

Installazione di Joomla

Dopo aver configurato il database come spiegato nel paragrafo Configurazioni, scarica il file zip d'installazione dal sito della comunità italiana di Joomla o da quello originale e, una volta scaricato, estrailo direttamente nel percorso di destinazione, cioè C:\xampp\htdocs\joomla.
Puoi cambiare il nome della cartella joomla a tuo piacimento. L'importante è che il nome non contenga spazi né caratteri speciali né lettere accentate.

Estrai Joomla 1
Estrai Joomla 2

Sarà creata una cartella di nome joomla (o l'altro nome che hai scelto nel passaggio precedente) nel percorso C:\xampp\htdocs contenente i file di Joomla:

Cartella Joomla

Se vuoi modificare il nome della cartella questo è il momento giusto perché farlo dopo l'installazione sarebbe complicato.

Ora non devi far altro che aprire il browser e andare all'URL http://localhost/joomla e seguire le istruzioni

Come prima cosa scegli la lingua. Questa configurazione serve soprattutto per l'installazione guidata perché Joomla è nativamente multilingua e alla fine dell'installazione potrai sempre aggiungere altre lingue. Per questo esempio imposterò l'italiano:

Installazione Joomla 1

Una volta impostata la lingua, è necessario inserire alcune informazioni. In particolare:

  • Nome sito: puoi scegliere il nome che preferisci e che apparirà nell'intestazione del tuo sito Joomla.
  • Email: è l'indirizzo email dell'utente amministratore che andremo a creare.
  • Nome utente: il nome dell'utente che avrà pieno accesso alla configurazione del sito (amministratore), da non confondere con l'utente del database inserito precedentemente. Questo è il nome dell'utente che sarà in grado di inserire e modificare i contenuti del sito tramite l'apposita interfaccia.
  • Password e Conferma Password: la password scelta per l'utente amministratore.

Compila questi campi e clicca su Avanti:

Installazione Joomla 2

Nella schermata successiva dobbiamo modificare soltanto i campi Nome utente e Password con le credenziali inserite quando abbiamo creato l'utente per il database nel paragrafo Configurazioni e il campo Database col database che abbiamo creato sempre nel paragrafo Configurazioni.

Il campo Prefisso tabelle viene compilato automaticamente con quattro caratteri casuali seguiti dal carattere underscore "_" (trattino basso).
Puoi modificare questo prefisso a piacimento ma ricordati di lasciare sempre il carattere "_" alla fine!

Appena compilati i campi premi di nuovo Avanti:

Installazione Joomla 3

Nella schermata successiva l'unica cosa che devi scegliere è se installare i dati di esempio oppure no.

Se intendi creare un sito multilingua in modo automatico, allora sei obbligato a non installare i dati di esempio, altrimenti puoi scegliere tra quattro tipi di dati.

Se conosci già Joomla, scegli di non installare i dati di esempio (il sito sarà vuoto), ignora la parte sottostante con il Riepilogo dati e clicca su Installa:

Installazione Joomla 4

Dopo qualche secondo di attesa, una pagina di riepilogo ti comunica che l'installazione è completata.

Opzionalmente puoi installare altre lingue sul sito cliccando su Fasi opzionali: installazione lingue.

Per motivi di sicurezza che, essendo il sito locale, in effetti, non ti riguarderebbero, al termine dell'installazione, devi eliminare la cartella installation e puoi farlo sia manualmente cancellandola da C:\xampp\htdocs\joomla\installation, sia cliccando su Elimina la cartella "installation". Scegli tu come farlo.

Installazione Joomla 5

Puoi accedere all'interfaccia di amministrazione cliccando su Pannello amministrativo, raggiungibile nel browser digitando l'URL http://localhost/joomla/administrator, oppure andare direttamente alla Home Page del sito appena installato cliccando su Sito o digitando l'URL http://localhost/joomla.

Conclusioni

So che la procedura per installare WordPress o Joomla localmente non è semplicissima ma spero di essere riuscito almeno a fornirti sufficienti informazioni per iniziare e di averlo fatto in modo chiaro.

Avrei potuto scrivere tante altre cose come, per esempio, come fare per impostare un dominio locale in modo da permetterti di accedere al sito sul tuo computer dall'url http://miosito.miodominio anziché http://localhost/miosito, utilizzando il sito come se fosse pubblicato su Internet, eliminando il percorso /miosito dall'URL. Però anche questa è una procedura complessa e forse, per oggi, ho messo fin troppa carne al fuoco ed eventualmente svilupperò questo argomento in un prossimo articolo.

Grazie per avermi letto fin qui! Smile

Sentiti liberissimo di farmi domande o commentare questo articolo lasciando un commento Facebook, oppure contattandomi in privato!

E non dimenticare di mettere il tuo "Mi piace" qui sotto! Smile

Fabio Donna

Se vuoi, guarda le OFFERTE Amazon di oggi selezionate per te da altraSoluzione!

Se ti è piaciuto questo articolo, non dimenticare di votarlo e di condividerlo. Grazie! Smile

Per non perdere le novità, le offerte e nuovi articoli del Blog di altraSoluzione iscriviti alla Newsletter!

Se hai delle domande o se vuoi esprimere un'opinione, contattami oppure lascia un commento Facebook!

SuperOfferte del giorno su Amazon

OFFERTE Amazon di oggi

(N.B.: i prezzi su Amazon potrebbero variare nel corso della giornata. Verifica sempre prima dell'acquisto.)

Condividi questo articolo su:

Valutazione media: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva