Batteria scarica? Gomme sgonfie? Con questo booster/avviatore con compressore UTRAI Jstar 5 avviare l'auto o la moto e gonfiare gli pneumatici (anche della bicicletta) non sarà più un problema e avrai anche una power bank da 24000mAh!

Avviatore emergenza e booster per auto + compressoreDomenica scorsa ho trovato la batteria dell'auto scarica e inutili sono stati i tentativi di avviarla utilizzando lo starter che avevo acquistato SOLO 30 anni fa Smile.

La mattina successiva, dopo imprecazioni varie, vado su Amazon e, più o meno alle 10:00, ordino questo meraviglioso avviatore emergenza/booster per auto, che funge anche da power bank da 24000 mAh, in offerta col 20% di sconto (selezionare Applica coupon 20% PRIMA dell'acquisto!!!), con starter e compressore per pneumatici, che mi è stato consegnato lo stesso giorno alle 15:00 circa.

Confezione UTRAI Jstar 5Durante la notte, l'ho ricaricato (è arrivato col 68% di carica) e la mattina dopo, collegandolo alla batteria, l'auto è partita al primo colpo consumando soltanto il 3% di carica e il compressore (programmabile con autospegnimento) mi ha portato la ruota di scorta da 0,9 bar (sì, era un po' che non la controllavo Smile) a 2,4 bar in due minuti e sacrificando soltanto un ulteriore 7% di carica, portando la carica residua al 90%.

Torcia UTRAI Jstar 5Siccome il mio posto auto è quasi completamente al buio, la grande torcia incorporata mi ha aiutato illuminando l'ambiente durante tutte le operazioni.

Custodia UTRAI Jstar 5Poi ho riposto tutto nella bella custodia in dotazione (ingombro circa 20×25×15 cm) e l'ho portato a casa per la ricarica, pronto per il prossimo utilizzo.

Come funziona l'avviatore/starter

Premesso che in dotazione c'è il manuale d'istruzioni in italiano (anche se poco generoso di dettagli) e che, come sempre, bisogna leggerlo, per avviare l'auto con la batteria a terra è sufficiente compiere le seguenti operazioni:

  1. PreseSe scarica o con carica inferiore al 75%, caricare l'unità tramite il cavo USB-C fornito in dotazione, collegandolo alla presa di entrata USB-C che si trova dietro a uno dei due sportellini in gomma visibili su un lato dell'unità.
    La sorgente può essere qualsiasi dispositivo dotato di una presa USB o un caricatore USB (anche da auto) come quello per i cellulari (non fornito) ma sarebbe raccomandabile usarne uno che sia in grado di erogare almeno 1A, altrimenti ci possono volere molte ore per ricaricare l'unità.
    Infatti, essendo la batteria interna da 24000mAh, per ricaricarla completamente da zero, in linea teorica con 1A ci vogliono 24 ore, che si riducono a 12 se il caricatore eroga 2A.
    Ho notato che inizialmente la carica sembra non progredire e la mia unità è rimasta al 68% per un'oretta buona ma poi ha cominciato a crescere più velocemente fino ad arrivare al 100%. Questo comportamento è stato notato anche da altri utenti che hanno scritto recensioni sul sito di Amazon, quindi suppongo sia normale.
  2. Cavi batteriaCollegare i cavi batteria all'UTRAI all'apposito connettore accessibile aprendo il più piccolo degli sportellini in gomma sull'unità.
    Grazie alla forma diversa dei due poli, non è possibile collegare il connettore in modo errato.
    Se i LED rosso e verde sul connettore dei cavi lampeggiano alternativamente (LED rosso/verde) quando si accende l'unità allora vuol dire che il collegamento è stato fatto bene e si può passare alla fase successiva.
    Nota: i cavi sono un po' corti ma sufficienti. Consiglio di fare delle prove senza collegarli alla batteria per trovare, all'interno del vano motore o comunque in prossimità della batteria, una collocazione adatta per permettere il collegamento dell'avviatore ai morsetti.
  3. Collegare le pinze dei cavi ai morsetti della batteria, quella rossa sul positivo e quella nera sul negativo.
    Se il collegamento è stato fatto bene, il LED verde sul connettore di cavi dovrebbe rimanere acceso (LED verde).
  4. A questo punto è possibile mettere in modo l'auto e, se il motore si avvia, scollegare le pinze dei cavi dello starter dalla batteria.
  5. Se il motore non parte, scollegare i cavi dalla batteria, attendere 20 secondi, ricollegare i cavi alla batteria e riprovare.

Come funziona il compressore

Tubo gonfiaggioPer gonfiare le gomme è necessario eseguire le seguenti operazioni:

  1. Estrarre il tubo di gonfiaggio dal suo alloggiamento e assicurarlo alla valvola dello pneumatico tramite l'apposita leva di bloccaggio.
  2. Accendere il Jstar 5 e premere il tasto R nel pannello display della pressione una o più volte per scegliere l'unità di misura (psi, bar, kPa o kg/cm2).
  3. Regolazione pressionePremere i pulsanti +/- fino a leggere sul display la pressione desiderata (leggere il manuale d'istruzioni dell'auto o il valore sullo pneumatico).
  4. Accendere l'interruttore del compressore portandolo nella posizione ON. Il compressore si avvierà e inizierà a gonfiare lo pneumatico e il display indicherà la pressione raggiunta.
    Il compressore si fermerà automaticamente quando la pressione raggiungerà il valore impostato nel punto precedente.

Adattatore Schrader-PrestaHo usato il compressore per gonfiare gli pneumatici della mia auto e anche delle mie due biciclette. Se anche tu vuoi gonfiare le ruote della tua bici, assicurati che la valvola sia di tipo "Schrader" (o "valvola americana"), cioè il tipo più largo perché in caso contrario, qualora la valvola fosse del tipo più sottile detto "Presta" (o "Sclaverand" o "francese"), dovrai acquistare questo adattatore.

Con questo avviatore/compressore sono invece già inclusi tre adattatori per gonfiare altri oggetti (palloni, canotti, materassini, cuscini, ecc...).

Ecco un'immagine con la dotazione completa:

Dotazione UTRAI Jstar 5

Conclusioni

Interno custodiaInsomma, ammesso che non si rompa tra due giorni, nella necessità causata dalla sfortuna ho fatto un ottimo acquisto e ho voluto segnalarlo ai miei lettori.

Questo avviatore di emergenza/starter/compressore UTRAI Jstar 5 si è dimostrato molto efficace, di buona fattura e con una buona dotazione, tutta contenuta nella pratica borsa alla quale forse, essendo dotata soltanto di un piccolo manico, considerato l'ingombro (e il peso) del Jstar 5, manca una tracolla ma non è un grosso problema.

Ovviamente, come ho sempre fatto, segnalerò anche eventuali difetti che dovessero emergere in futuro ma, per il momento, posso solo consigliarne l'acquisto, raccomandando di lasciarlo in auto e di ricaricarlo ogni 3-4 mesi per tenerlo sempre pronto all'uso.

Quindi, concludendo, questo kit vale sicuramente il prezzo pagato e il mio voto è di 4/5 perché, pur essendo assolutamente soddisfatto del rapporto qualità/prezzo, avrei apprezzato una maggiore lunghezza dei cavi per la batteria.

Opinione di altraSoluzione:
Voto 4

Vuoi acquistare questo UTRAI Jstar 5?
Maggiori dettagli su Amazon

Ecco un video promo di questo apparato:

UTRAI Jstar 5: promo video

Potrebbe interessarti anche l'articolo Volt, Ampere, Watt: cosa sono e come calcolarli.

Hai provato il UTRAI Jstar 5 o altri prodotti simili? Scrivi la tua opinione nei commenti Facebook!

Fabio Donna

Hosting ServerPlan
Offerte Thomann
Prova subito SEOZoom!